‘Riflettere sull’idea di libertà è sembrato necessario e ineludibile sia per tornare a ragionare sulle ‘origini’, su come sia emersa nella teoria e nella pratica femminista questa nozione, sia per continuare a capire l’Italia, dopo un ventennio nel quale il termine è stato abusato e stravolto, ben oltre il peggior liberismo. Sul punto interviene il Laboratorio di studi femministi, ‘Sguardi sulle Differenze’ dell’Università la Sapienza di Roma che ha dedicato alle forme della libertà il ciclo di incontri del 2010-2011, poi conclusosi con un seminario di cui si pubblicano i principali contributi. La domanda di fondo degli interventi ruota intorno al nesso corpo/libertà e il tema della libertà si coniuga strettamente alla riflessione sulle condizioni materiali di vita. Appassionante.’ 

 

MATERIA

  • Introduzione – Fabrizia Giuliani e Maria Serena Sapegno
  • Libertà e soggettività nel pensiero femminista: un bilancio –
  • Olivia Guaraldo
  • Corpo, parola, politica: riflessioni a partire da Questo sesso che non è un sesso – Martina Berini
  • Differenza e libertà – Francesca Izzo
  • La libertà nel limite. Destino biologico e condizioni materiali: un dialogo – Mariagabriella di Giacomo e Maria Antonietta Passarelli
  • Corpi che (ci) parlano, senza più aprire bocca – Francesca Rinaldi
  • “Il bell’oggetto da guardare”: la donna sulla scena pornografica – Mariangela De Maria
  • Le ragioni dei corpi – Sara Gvero

POLIEDRA

  • Pornotopie libertarie: una sfida possibile? – Alice Corte

ITINERA

  • Alcune ragioni per Itinera – Annalisa Perrotta
  • Cervelli in fuga in cerca di un corpo – Ottavia Nicolini

SELECTA

  • Recensioni e schede Femmine contro maschi, Identità e differenze.
  • Introduzione agli studi delle donne e di genere