ATTIVITÀ

MA L’AMORE C’ENTRA? Visione e discussione del film di Elisabetta Lodoli
16 febbraio 2018 ore 16.00
Sapienza, Università di Roma


CRITICA CLANDESTINA? Studi letterari femministi in Italia: bilanci e nuove prospettive
3-4 dicembre 2015
Sapienza, Università di Roma


CHE GENERE DI LINGUA?
Un Convegno sul sessismo e sul potere discriminatorio delle parole.
Giornate di studio del 23-24 novembre 2009
Sapienza, Università di Roma


DIECI ANNI DI LABORATORIO
30 ottobre 2009
Aula Odeion, Museo dell’Arte Classica | Sapienza, Università di Roma.

Quest’incontro introduttivo, ideato come apertura del decimo ciclo, intende ricordare il decennale del Laboratorio.


GENERI IN RICERCA
21 novembre 2008
Aula Partenone, Museo dell’Arte Classica | Sapienza, Università di Roma

La ricerca di genere nell’università e nella scuola 
Quest’incontro, ideato come apertura del nono ciclo del Laboratorio, segna l’aprirsi di una riflessione “ad alta voce” sul rapporto del Laboratorio, ossia della tradizione culturale di cui si sente portavoce e della pratica politica di cui è interprete, con le istituzioni universitarie e scolastiche. Esso è il frutto dei rapporti e delle interazioni e dei rapporti costruiti nel corso degli anni precedenti ed è realizzato con il patrocinio della Provincia di Roma (Presidenza del Consiglio Provinciale).


INTERGENERAZIONALMENTE
Giornate del 26-27 ottobre 2007
Teatro della Casa dello Studente | Sapienza, Università di Roma  

InterGenerAzionalMente è stato il titolo di una tavola rotonda organizzata il 26 il 27 ottobre del 2007, presso il Teatro della Casa dello Studente, su tre temi fondamentali dell’agenda femminista: il lavoro, la politica e la sessualità.


SEMINARIO INTERNAZIONALE SULLA FEMINIST SCIENCE FICTION
Convegno del 18 marzo 2006
Teatro della Casa dello Studente | Sapienza, Università di Roma.
Dopo il primo assaggio del convegno cantabrigense del 2005, il Laboratorio ha promosso una giornata di studio dedicata interamente ad un soggetto letterario. Sino a quel momento, gli oggetti letterari erano complessivamente restati al margine delle attività del Laboratorio. La formazione di molte delle partecipanti è umanistico-letteraria e la nostra “dotta ignoranza” rispondeva al timore di vedere invaso lo spazio del Laboratorio dagli studi e dalla professione.